@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

del... mantenere la rotta!

2021-04-23 11:19

Fulvio Marchese

del... mantenere la rotta!

Bill Hwang, Isaac Newton e i tuoi soldi Gli investitori al dettaglio sono al sicuro nei mercati azionari inebrianti di oggi? (del: "mantenere la rotta

Bill Hwang, Isaac Newton e i tuoi soldi

 

Gli investitori al dettaglio sono al sicuro nei mercati azionari inebrianti di oggi?

 

(del: "mantenere la rotta")

   

Traduzione articolo FT del 23 aprile 2021 4:00 am di Robin Wigglesworth

 

Sir Isaac Newton è stato un gigante della scienza e, per molti anni, Master of the Royal Mint. Ma né la genialità matematica né l'esperienza finanziaria lo hanno salvato dal disastro degli investimenti.

 

Un uomo ricco per gli standard contemporanei, nel 1720 Newton aveva accumulato £ 19.000 di titoli di stato del Regno Unito e 10.000 azioni in un'impresa chiamata South Sea Company, a cui era stato concesso il monopolio del commercio britannico con il Sud America, inclusi gli schiavi.

 

La guerra con la Spagna aveva a lungo ostacolato le fortune dell'azienda, ma ciò non ha impedito alle sue azioni di salire alle stelle. Agendo forse con la saggezza dei suoi anni, un Newton di 67 anni nella primavera del 1720 vendette le sue azioni del Mare del Sud per un netto profitto di £ 20.000.

 

Ma poi la follia lo prese. Mentre le azioni del South Sea continuavano a salire, Newton ha invertito la rotta e ha reinvestito i suoi proventi. Ha raddoppiato, convertendo i suoi titoli di Stato in azioni della South Sea Company ancora di più.

 

Sfortunatamente, la bolla scoppiò nell'autunno del 1720, spazzando via i vecchi risparmi di Newton. Lo scienziato successivamente proibì a chiunque di pronunciare le parole "Mare del Sud" in sua presenza, e notoriamente si lamentò che "poteva calcolare i movimenti dei corpi celesti, ma non la follia delle persone". 

 

La sfortuna di Newton mostra che chiunque può essere travolto da una mania - una lezione storica appropriata in un momento in cui molti mercati azionari in tutto il mondo stanno attraversando nuovi massimi record nonostante la lunga ombra gettata dalla pandemia di coronavirus.

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprod4e1974d0-9f85-11eb-b676-13eddb0c220b-standard-1619164212.png

Tutto sommato, il mercato azionario globale è ora salito di oltre l'80% dal suo nadir di marzo 2020, aggiungendo un notevole $ 50 trilioni di valore in poco più di un anno.

 

Eppure molti veterani del mercato stanno crescendo turbati dalla miriade di segni di euforia, classici presagi di un rally del mercato azionario alle sue fasi finali. 

 

"Il lungo, lungo mercato rialzista dal 2009 è finalmente maturato in una vera e propria bolla epica", ha scritto all'inizio di quest'anno Jeremy Grantham, il venerabile investitore di valore britannico, in una lettera ai clienti di GMO, il money manager che ha co-fondato nel 1977 "Caratterizzato da una sopravvalutazione estrema, aumenti esplosivi dei prezzi, emissioni frenetiche e comportamenti degli investitori istericamente speculativi, credo che questo evento sarà registrato come una delle grandi bolle della storia finanziaria, insieme alla bolla del Mare del Sud, 1929 e 2000".

 

Il proverbiale casinò sta per bruciare di nuovo? E se è così, è questo il momento in cui gli investitori ordinari dovrebbero uscire silenziosamente in punta di piedi dalla sala piena di fumo, prima che l'edificio prenda fuoco e vengano calpestati dai big del settore finanziario che si arrampicano per l'uscita?

 

Leva incombente

 

L'affare Archegos illustra i pericoli in agguato nei mercati oggi. Il 26 marzo, il mercato azionario degli Stati Uniti è stato bruscamente preso a pugni da una serie di misteriosi scambi a grandezza di balena. Goldman Sachs e Morgan Stanley - due potenti di Wall Street - stavano scaricando quantità di azioni multimiliardarie in società come Viacom e Discovery, le società dei media.

 

Rapidamente, è emerso che la svendita da 50 miliardi di dollari ha coinvolto le attività di Archegos Capital Management, un'opaca società di investimento gestita dall'ex gestore di hedge fund Bill Hwang.

 

Hwang nel 2012 era stato costretto a chiudere il suo hedge fund dopo essere stato multato per insider trading. Ma si è rispolverato e ha iniziato a fare trading in modo aggressivo con i propri soldi. Approfittando del rally del mercato che ha seguito il crollo del coronavirus nel marzo 2020, ha tranquillamente costruito una notevole fortuna personale, del valore di circa $ 20 miliardi al suo apice.

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprod47c78230-a1d7-11eb-a2dc-3151944bc458-standard-1619164422.png

Ma le sue scommesse si basavano su denaro preso in prestito. Quando alla fine di marzo Hwang non è stato in grado di offrire ai suoi banchieri garanzie sufficienti, sono stati costretti a liquidare tutto in fretta. Alcune banche si sono mosse abbastanza rapidamente per evitare grandi insuccessi; altri hanno ingoiato perdite umilianti e multimiliardarie. 

 

La portata e la velocità dell'ascesa e della caduta di Hwang non hanno precedenti. Eppure alcuni analisti e investitori temono che la sua debacle non sia una tantum, ma sia sintomatica di un pericolo più ampio e sottile per i mercati finanziari: la leva finanziaria.

 

La leva è spesso utilizzata come sinonimo di debito, ad esempio i prestiti che un hedge fund potrebbe ottenere da una banca o un conto a margine che un day-trader potrebbe ottenere dalla propria intermediazione. L'idea è di aumentare i guadagni, con il rischio di amplificare le perdite se le scommesse vanno male. I dati internazionali sono scarsi, ma il debito a margine degli Stati Uniti è salito a un record di 822 miliardi di dollari a marzo.

 

La leva è anche il termine usato per indicare il carburante extra che si può spruzzare su una scommessa attraverso derivati ​​come opzioni o swap : questi ultimi erano il veleno scelto da Hwang. L'analista obbligazionario di HSBC Steven Major, per esempio, teme che l'affare Archegos segnali che una leva finanziaria eccessiva sia un rischio crescente. 

 

"Per tutti i migliori piani ci sono shock che non riusciamo a prevedere e cicli di feedback che non possiamo comprendere appieno fino a quando non si sono verificati", ha osservato in un recente rapporto. "Quando la leva finanziaria è la spiegazione alla base di quella che sembra essere una serie di singoli episodi nei mercati finanziari - l'ultimo dei quali è Archegos - la narrativa probabilmente evolverà da rischi idiosincratici a rischi sistemici".

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprod2bd3bf30-a1d7-11eb-b126-91a2058d7044-standard-1619164640.png

Allo stesso tempo, c'è stata un'ondata di interesse nel mercato azionario da parte di persone rinchiuse all'interno da blocchi pandemici. Gli Stati Uniti sono stati l'epicentro di un terremoto nel commercio al dettaglio : gli americani ordinari ora rappresentano quasi la stessa quantità di scambi di tutti gli hedge fund e fondi comuni di investimento messi insieme.

 

Ma questo si è trasformato in un fenomeno globale e anche il Regno Unito ha assistito a un boom commerciale. I conducenti, come altrove, sono per lo più giovani più appassionati di eccitazione che di costruire un gruzzolo per la pensione, e quindi alla ricerca di scommesse più sfidanti piuttosto che investimenti stolidi.

 

Molti si sono precipitati sulle piattaforme di investimento online, che consentono agli investitori ordinari un accesso molto più semplice rispetto ai vecchi strumenti del telefono e del libretto degli assegni. L'ascesa del brokeraggio statunitense online e senza commissioni Robinhood incarna questa tendenza, una delle tante app che hanno trasformato il trading in più di un gioco.

 

Hargreaves Lansdown , la società di intermediazione britannica, ha riferito a febbraio che la sua nuova attività netta è aumentata del 40% a £ 3,2 miliardi negli ultimi sei mesi del 2020, quando ha aggiunto 84.000 utenti, la maggior parte dei quali molto più giovani del suo cliente medio. Anche i rivali AJ Bell, IG Group e CMC Markets hanno registrato notevoli aumenti di profitto nel numero e nell'attività dei clienti nell'ultimo anno.

 

Robert Buckland, chief global equity strategist di Citigroup, sottolinea che il boom del commercio al dettaglio nel Regno Unito rimane un'ombra di quello visto alla fine degli anni '90 o di altri mercati odierni. Ma osserva come gli atteggiamenti ovunque sembrano essersi leggermente spostati, dall'investimento al trading più speculativo. "La gente ha perso il contatto con il fatto che le azioni rappresentano una piccola parte di un'azienda", sostiene. 

Sarebbe stato più facile scrollarsi di dosso la frenesia del commercio al dettaglio se non fosse stato per il fatto che molti angoli del mercato azionario globale sono ora scambiati a livelli incisivi. La combinazione di euforia degli investitori, leva finanziaria e prezzi elevati si è dimostrata un mix tossico molte volte in passato, dalla bolla del Mare del Sud di Newton alle più moderne debacle del mercato azionario. 

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprode581f9c0-a1c2-11eb-8b3c-116dff2f3fd3-standard-1619165017.png

Prendi una metrica di valutazione popolare progettata dal professore di economia premio Nobel Robert Shiller che confronta i prezzi delle azioni statunitensi con i profitti aziendali medi aggiustati per l'inflazione su un periodo di 10 anni consecutivi, ed è quindi una misura decente dei cambiamenti a lungo termine nelle valutazioni. Il rapporto Shiller è attualmente pari a 37,2 volte, rispetto a 26 volte un anno fa e un livello superato solo al culmine della bolla delle dotcom. Altri mercati sono meno estremi, ma praticamente tutte le borse principali sembrano costose, osserva Maya Bhandari, gestore di fondi presso Columbia Threadneedle. "Le valutazioni di mercato sono piuttosto complete ovunque si guardi", afferma.

 

In un altro segno di euforia, i fondi azionari a livello globale hanno attirato 569 miliardi di dollari negli ultimi cinque mesi. Questo è più degli ultimi 12 anni messi insieme, osserva Bank of America. C'è stata persino un'eco inquietante della Bolla del Mare del Sud nel recente boom della Spac - "società di acquisizione per scopi speciali" che sono essenzialmente solo gusci di cassa quotati che i finanzieri possono utilizzare per acquistare altre società.

 

Forse l'esempio più folle di schiuma pura è dogecoin , una risorsa crittografica basata su meme nata interamente per scherzo. Il valore complessivo delle sue "monete" all'inizio di questo mese è salito a un massimo di oltre $ 50 miliardi, rendendolo più prezioso della casa automobilistica Ford o dell'operatore alberghiero Marriott. 

 

Il mercato dei bitcoin molto più grande ora vale oltre $ 1 trilione, più di tutte le banche statunitensi quotate messe insieme, e quando Coinbase , uno scambio di criptovalute , fluttuò a metà aprile era valutato a $ 76 miliardi, quasi tre volte il valore del Nasdaq, il -upstart exchange su cui è elencato.

 

"È molto difficile non essere nervosi", ammette Richard Buxton, un veterano gestore di azioni nel Regno Unito presso Jupiter Asset Management. "È roba classica che dopo una correzione guarderemo indietro e diremo che i segni erano tutti lì."

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprod390bf310-9c60-11eb-8cad-bbe1651dbd3a-standard-1619165056.png

Detto questo, i gestori degli investimenti e gli analisti sottolineano che è anche difficile essere troppo cupi riguardo alle prospettive del mercato azionario. L'odore di esuberanza è inquietante, ma molti fanno fatica a vedere cosa potrebbe sgonfiare l'umore. 

 

Si prevede che l'economia globale godrà del suo più grande boom nelle generazioni nel 2021-22. Mentre milioni di persone più povere hanno perso il lavoro e hanno speso i loro risparmi, molte persone più abbienti nel mondo più ricco sono state protette dall'impatto finanziario. Presto usciranno dai blocchi inoculati, pieni di risparmi e alla disperata ricerca di qualcosa di diverso dalle chiamate Netflix e Zoom.

 

Secondo JPMorgan Asset Management, lo stimolo fiscale e monetario dall'emergere del Covid-19 ora ammonta a circa $ 20 trilioni. Con le banche centrali che promettono di mantenere i tassi di interesse fissati vicino allo zero - o in alcuni casi al di sotto di quello - per gli anni a venire, è probabile che i rendimenti obbligazionari rimangano contenuti, lasciando le azioni come praticamente l'unico modo praticabile per i risparmiatori di generare rendimenti superiori all'inflazione. 

 

Gli investitori britannici hanno un punto di vista insolito su tutta l'euforia, perché l'indice blue chip FTSE 100 è ancora scambiato ben al di sotto del suo picco e le azioni del Regno Unito sono state a lungo frenate dalla scarsa performance economica del Regno Unito e dalla Brexit. Di conseguenza, il mercato azionario del Regno Unito ora sembra effettivamente più attraente della maggior parte degli altri mercati, affermano alcuni gestori di fondi.

L'indice FTSE 100 viene scambiato a solo 14,5 volte i guadagni previsti a 12 mesi dei suoi membri. Al contrario, l'Euro Stoxx 50 dei pesi massimi delle aziende continentali viene scambiato con un rapporto prezzo / utili di quasi 17 volte e l'indice S&P 500 americano a 21 volte ancora più incisivo. 

 

"Spumoso non è la parola che associo al mercato britannico", osserva Laura Foll, gestore di fondi di Janus Henderson. “Non vedo alcun segno di esuberanza irrazionale al di fuori di poche piccole tasche isolate. In quasi tutti i parametri, il mercato azionario del Regno Unito è ancora scambiato con uno sconto rispetto ad altri mercati ". 

 

Ciò è in parte spiegato dalla mancanza di titoli tecnologici affascinanti nel Regno Unito. Ma anche quando ci si adatta alla diversa composizione settoriale degli indici, il Regno Unito sembra un valore anomalo, secondo Foll. L'indagine di Bank of America sugli investitori globali indica che la maggioranza è stata sottopesata sul mercato azionario britannico per la maggior parte degli ultimi due decenni e la Brexit ha solo acuito l'avversione. 

 

Secondo James Illsley, un gestore di fondi presso JPMorgan Asset Management, molti investitori internazionali hanno cancellato il Regno Unito fino a quando non ci sarà chiarezza sull'impatto economico a lungo termine dell'aspra uscita dall'UE del paese. "C'è una sbornia di preoccupazioni per la Brexit, dove gli investitori globali sono appena usciti dal Regno Unito perché pensavano 'perché correre il rischio se non dovevi'".

 

Ciò potrebbe rivelarsi sbagliato, dati i vantaggi economici che il Regno Unito probabilmente trarrà dal suo lancio di successo del vaccino, anche se la Brexit rimarrà un vento contrario. Rob Arnott di Research Affiliates, un grande gestore di fondi negli Stati Uniti, ha recentemente affermato che le azioni britanniche potrebbero essere il " commercio del decennio ".

 

L' indice FTSE 250 delle società di medie dimensioni e più orientate al mercato interno sembra particolarmente interessante al momento, nonostante l'indicatore di performance sia così come il mercato azionario statunitense negli ultimi due decenni. "Abbiamo avuto questo filone d'oro nel mercato del Regno Unito, anche se tutti si sono lamentati del FTSE 100, della povera economia britannica e della Brexit", afferma Buckland. 

httpsd6c748xw2pzm8-cloudfront-netprod75f4c8f0-a297-11eb-92cd-e99d4319e0a6-standard-1619165088.png

Mantenere la rotta

 

Naturalmente, solo perché le azioni del Regno Unito sono più economiche della maggior parte degli altri mercati principali, non significa che non possano rimanere a buon mercato o diventare ancora più economiche. Né le valutazioni inferiori saranno di grande aiuto se i mercati globali dovessero subire un altro nervosismo: le azioni britanniche hanno subito una sconfitta più dura di quelle statunitensi quando il Covid-19 ha scosso per la prima volta i mercati. 

 

Tuttavia, gli investitori avventurosi potrebbero voler scommettere sul mercato azionario del Regno Unito che riacquista il suo mojo nei prossimi anni, o che la rinascita di "azioni di valore" malconce - spesso trovate in industrie e settori lasciati per morti nella pandemia - continuerà per acquisire slancio. Le azioni value a livello globale hanno guadagnato il 27% da quando sono emersi diversi vaccini Covid-19 all'inizio di novembre, quasi il doppio dei guadagni delle azioni più affascinanti di "crescita", ma molti analisti pensano che debbano ancora correre.

 

Tuttavia, la realtà è che per la maggior parte delle persone, investire è fortunatamente una delle poche arene della vita in cui in realtà vale la pena essere un po 'pigri. Innumerevoli studi hanno dimostrato che cercare di cronometrare i mercati è un'impresa sciocca, con investitori professionali che spesso si feriscono entrando e uscendo opportunisticamente dai mercati. "Cercare di calcolare il tempo per il mercato è una campana a morto", afferma Buxton.

 

Il semplice risparmio in un portafoglio di titoli noioso e diversificato - ignorando completamente le fluttuazioni dei mercati finanziari giornalieri e annuali - è stata storicamente una strategia vincente a lungo termine. Fortunatamente, ora è più facile ed economico che mai assemblare un ampio gruppo di azioni e obbligazioni globali attraverso fondi indicizzati semplici , che i dati mostrano che nel lungo periodo battono la stragrande maggioranza dei gestori di fondi attivi. 

 

Warren Buffett ha osservato che investire in modo intelligente è come stare a dieta: non complicato, ma nemmeno facile, a causa delle stranezze della natura umana.

 

“Proprietari di azioni. . . troppo spesso lascia che il comportamento capriccioso e spesso irrazionale dei loro compagni proprietari induca anche loro a comportarsi in modo irrazionale ”, osservò una volta" l'Oracolo di Omaha " . "Poiché ci sono così tante chiacchiere sui mercati, l'economia, i tassi di interesse, l'andamento dei prezzi delle azioni, ecc., Alcuni investitori ritengono che sia importante ascoltare gli esperti e, peggio ancora, è importante considerare di agire in base ai loro commenti".

 

I noiosi fondi indicizzati non esistevano ai tempi di Newton. Ma se avesse semplicemente investito in uno del Regno Unito quando divenne Master of the Royal Mint nel 1699, sembra che i suoi guadagni sarebbero stati dieci volte superiori alla sua morte nel 1727, nonostante l'epico periodo di distruzione della ricchezza provocato dalla Bolla del Mare del Sud.

 

L'autore è il corrispondente finanziario globale del FT

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder