@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

Il paradosso della difesa della GESTIONE ATTIVA

2021-01-30 05:55

Fulvio Marchese

Il paradosso della difesa della GESTIONE ATTIVA

In questo paper Baillie Gifford tenta di convincere che "attivo" sia meglio.

Pubblicato il 02/12/2018 su facebook: vai al post per ulteriori commenti

Che l'industria che crea e tenta di distribuire prodotti a gestione attiva sia in difficoltà, non lo scopro certo io. Per costruire portafogli io scelgo, comunque, per statistica e per ogni asset class, quello che ritengo il metodo oggettivamente più sicuro, per tentare di commettere meno errori possibile.

In questo paper Baillie Gifford tenta di convincere che "attivo" sia meglio.

Cosa ne penso? Che attivo sarebbe ovviamente meglio, se sei un bravo Gestore/Investitore Professionista che crede e scommette sulle proprie capacità. Il punto è se sia meglio, o sempre meglio, per un Investitore Retail (ma anche Private o HNWI https://it.wikipedia.org/wiki/High_net_worth_individual ) !

E' l'investitore retail che mi affida l'incarico fiduciario di agire per il meglio.

Tutto il paper è interessante (anche quando parla della speculazione sui prezzi, a somma zero... sempre!), ma questo passaggio mi ha seriamente colpito. Non lo conoscevo.

traduco qualche frase:

La ricerca del professor Hendrik Bessembinder presso l'Arizona State University mostra che dal 1926 al 2016, tutta la ricchezza netta creata nel mercato azionario statunitense era uguale al miglior rendimento di 1.092 titoli.

Ancor più incredibilmente, metà di quella ricchezza netta è stata creata da sole 90 aziende (solo lo 0,3% delle aziende).

Ciò non significa che tutto il resto fosse negativo, significa solo che sono stati compensati. Il valore sta nei valori anomali. Questo, per quanto riguarda la CAPM di Markowitz, la verità non potrebbe essere più lontana dalla normale distribuzione che ne è alla base.

Cosa ci dice su come dovremmo investire? Chiaramente, se trovi gli stock giusti, supererai il mercato e catturerai una quantità enorme della creazione totale di ricchezza. Dall'altra mano, la mancanza di questi titoli si tradurrà in una prestazione insoddisfacente.

Cosa si fa con queste informazioni? Dipende dalla misura in cui pensi di poter identificare i grandi vincitori. Se non riesci a individuarli, ha senso comprare tutto, un fondo indicizzato.

In questo modo manterrai i vincitori. Sfortunatamente, li diluirai all'incirca 25 volte con tutti gli altri titoli.

D'altra parte, la maggior parte dei Gestori di titoli di tipo bottom-up rivendicherebbe la capacità di identificare tali vincitori.

p.s.
Non ho risposte giuste per tutto. Tento di farmi domande giuste per ottenere risposte corrette.

https://www.bailliegifford.com/.../lets-talk-about-actual...

schermata2021-01-30alle05-55-19-1611982680.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder