@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

La parte più difficile di una strategia Buy & Hold

2021-01-31 10:00

Fulvio Marchese

La parte più difficile di una strategia Buy & Hold

"È molto facile quando i mercati salgono..."

Pubblicato il 29/03/2020 su facebook: vai al post per ulteriori commenti

"È molto facile <acquistare e detenere> quando i mercati salgono..."

Peraltro una strategia di b&h deve prevedere i "ribilanciamenti" (per riportare l'asset allocation al livello definito in pianificazione - e questo fra l'altro consente il riacquisto di asset che hanno perso disinvestendo asset che hanno guadagnato o perso meno)... ma può anche, solo come esempio, prevedere acquisti di asset rischiosi (tipicamente l'azionario) in modo "tattico" durante particolari e profondi drawdown.

Strategia, quindi... tattica quando occorre?
C'è poi chi utilizza altre strategie, dove è la parte tattica, gestita da modelli ed algoritmi, che definisce, da zero a 100, quanta percentuale di asset rischiosi detenere.

Su questi temi ho partecipato ad un Zoom meet-up organizzato da OpenPHInance, moderato da Gabriele Turissini, in cui è intervenuto anche il prof. Ruggero Bertelli, nel quale si è discusso anche della possibilità dell'abbinamento di diverse strategie in uno stesso portafoglio.

"Asset Allocation Strategica vs/ Asset Allocation Tattica"
AAS vs/ AAT

Ecco il link per chi desiderasse approfondire: durata 1h:45m... avverto! 

p.s.: "Il profilo di rischio non si cambia! Non è tattico!" (cit. Bertelli)

https://www.youtube.com/watch?v=hXUStpOU1lQ&feature=youtu.be

L'articolo di Ben Carlson sul Buy & Hold.

https://awealthofcommonsense.com/.../the-hardest-part-of.../

schermata2021-01-31alle09-59-17-1612083588.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder