@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

Consulenza Finanziaria è diverso da Vendita Finanziaria

2021-01-30 20:14

Fulvio Marchese

Consulenza Finanziaria è diverso da Vendita Finanziaria

Uso la tabella oggettiva di Charlie Bilello sulle performances (in $, ultimi 10 anni e 5 mesi) degli ETF

Pubblicato il 19/06/2019 su facebook: vai al post per ulteriori commenti

schermata2021-01-30alle20-13-39-1612034056.png

Uso la tabella oggettiva di Charlie Bilello sulle performances (in $, ultimi 10 anni e 5 mesi) degli ETF rappresentanti alcune tra le maggiori macro asset class di investimento per "argomentare" il titolo di questo post.

Sono infastidito dal fatto che l'intermediazione finanziaria tout court si sia di fatto impadronita della Consulenza Finanziaria, una volta archiviata la "promozione finanziaria" per legge. Che prosperino siti, pagine sui social, podcast, video, interi corsi pseudo manageriali etc etc... (anche sponsorizzati da SGR) che argomentino come si possa, o addirittura si debba, fare consulenza finanziaria diventando imprenditori del mondo delle rebates (o dei contenitori dei prodotti a rebates) cercando di spiegare come bisogna "creare valore" vendendo commissioni per mandanti voraci per definizione, tendenzialmente nella fascia di prezzo più alta possibile, copiando il "brand positioning" del segmento del lusso, mi infastidisce. Commissioni più o meno trasparenti con buona pace della Mifid 2 annegata in decine di pagine.

La "sell-side advisory" NON E' la Consulenza Finanziaria. E' un sistema di vendita che ha prosperato grazie all'opacità del pricing dell'intermediazione finanziaria che secondo me ha fatto il suo tempo. E' un'opinione personale e come tale non è una "verità", mi diranno i tanti difensori di questa rendita di posizione. Però che in USA da 20 anni a questa parte il costo dei prodotti a gestione attiva stia scendendo ed in Italia continui ad aumentare e di fatto sia tra i più costosi al mondo, è un fatto... o me lo sogno?

E' comunque fastidioso, ripeto, che un'intera pletora di colleghi anche ora che le reti sono dotate della c.d. "consulenza evoluta" (per poter proporre "il mercato", e non solo "i prodotti", a pagamento) che quindi non posso che chiamare "venditori di consulenza" riesca a parlare di VALORE proponendo prodotti inefficienti, zeppi, spesso, di trappole e commissioni occulte mascherando le proposte col cavallo di troia della diversificazione, del goal based investing ed altre "tecnicità" della CF seria con l'obiettivo di piazzare il prodotto o i prodotti ben farciti di costi e non l'interesse assoluto dell'Investitore.

La "consulenza va pagata!", scusate, in questo modo... è una balla! Una gran balla prezzolata! E la combatto, santo cielo... la combatto!

Diventa però, questo discorso e questo ambito di vendita, una VERITA' quando si analizzano i risultati reali ex post ed il sistema a rebates con costi impliciti debilita l'efficienza dei risultati fino a farli diventare insostenibili togliendo il 30, il 40 fin'oltre il 50% dei rendimenti dei benchmark di mercato.

... una semplice prova: qui ci sono (in $ ok, ma cambia poco) le performances delle principali macro asset class degli ultimi 10 anni + i primi 5 mesi del 2019 (già "tradotti" in ETF acquistabili). Ricomponendo un portafoglio in QUALSIASI MODO con esse (ricostruendone eventualmente anche il ribilanciamento annuale - tecnica normalmente adottata)... sarà molto difficile e raro trovare un portafoglio reale, post commissioni, costruito da un gestore in gestioni patrimoniali o un consulente finanziario in portafogli "liberi", che normalmente usino prodotti a gestione attiva, pur cercando di ottimizzare il mondo "a rebates", che l'avrà non solo battuto a parità di rischiosità nello stesso medio lungo periodo, ma ci si avvicini!

Propongo qui quello che chiamo un "test di realtà", solo per capire. Perchè ho notato che "capire" l'efficienza oggettiva (per poi affrontare "l'efficacia" della cosiddetta relazione) è un percorso che in molti operatori di CF devono ancora affrontare.

Ora. Basta guardare i dati di performances di medio/lungo periodo degli ETF: creati SENZA NESSUN INTERVENTO ATTIVO! E fare confronti. Solo fare confronti con i portafogli creati con prodotti dell'industria.

Per chi desidera giungere alla comprensione di quali siano le strade da seguire per aumentare l’efficienza del proprio portafoglio investimenti dovrebbero, secondo me, diventare chiari i 2 punti cardine, oggettivamente da adottare PROPRIO anche da un Consulente Finanziario che metta al centro il proprio Cliente (e non i budget delle mandanti o il proprio modello unico)! Punti incontrovertibili che discendono dall'analisi dei semplici dati OGGETTIVI di come il mercato formi le performances nel tempo. Il mercato! Non i prodotti, non i gestori, non i consulenti, non i clienti... il mercato e le asset allocation strategiche!

1) Diminuire drasticamente l’impegno sul versante della ricerca di alpha (market timing - trend following) proprio per diminuire i rischi di sottoperformare i benchmark!
2) Diminuire drasticamente i costi di intermediazione!
(analisi e know how molto, molto difficili da argomentare sul mercato della consulenza finanziaria - visto il posizionamento dominante degli intermediari - e che vanno valorizzati e opportunamente remunerati in ambito CONSULENZIALE buy-side!)

p.s.: efficienza di portafoglio (TWRR) è, ovviamente, cosa diversa dall'efficacia comportamentale personale singolarmente applicata (MWRR) che risulta essere proprio il principale terreno di creazione di valore della CF. Terreno peraltro anch'esso difficile da argomentare, essendo stato costruito (ad arte?) proprio dall'intermediazione come ambiente di vendita "push" in CF.

Riflessioni che faccio continuando a credere profondamente nella mia professione. Consulenza Finanziaria significa stare dalla parte del Cliente per tutto. Anche dalla parte dell'efficienza dei costi! Consulenza Finanziaria è SOLO "Buy-Side Advisory!

Vedere pubblicizzati da banche e reti nuovi "contenitori" il cui obiettivo recondito continua ad essere l'opacità del peso di costi che non tendono ad abbassarsi... mi fa temere per l'intero nostro futuro professionale dinnanzi all'avanzare di blockchain e/o stablecoin vari.
https://www.linkedin.com/.../e-le-stelle-stanno-guardare.../

Mi adopero a scrivere post sul mondo degli investimenti e pianificazione finanziaria che molti apprezzano anche per aspetti tecnici interessanti che tentano di aumentare l'efficienza delle soluzioni. Poi mi trovo a valutare portafogli costruiti con il chiaro intento di mantenere un TER ai massimi livelli... altro che obiettivi di efficienza e/o creare valore!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder