@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

ATTIVO VS/ PASSIVO

2021-01-30 14:27

Fulvio Marchese

ATTIVO VS/ PASSIVO

(Per me pari sono)

Pubblicato il 23/01/2019 su facebook: vai al post per ulteriori commenti

schermata2021-01-30alle15-26-23-1612016814.png

(Per me pari sono)

Sono un CONSULENTE FIDUCIARIO...

La morte di Jack Bogle ha riacceso il dibattito. In questi giorni ho risposto nei commenti sul tema, oggi leggo l'articolo dell'amico Carlo Benetti su L'Alpha e il Beta:
https://www.gam.com/.../lalphaeilbeta_brochure_20190121...

Sono andato a recuperare questo grafico che un paio di anni fa avevo visto su Linkedin in merito al "track-record" percentuale dei gestori attivi che hanno battuto l'S&P 500 dal 1970 sino a fine 2016:
https://www.linkedin.com/.../mean-reversion-active.../...

Appare chiaro che le condizioni di mercato, come accenna Carlo, favoriscono o meno i gestori attivi.

I Consulenti Finanziari con mandato pensano che io sia "contro di loro" solo perchè mi permetto di argomentare, talvolta, a favore della gestione passiva per talune asset class e parti "core" dei portafogli.

Si tratta di "partito preso" o, al netto di qualsiasi presunzione, COMPETENZA?

Io tento di costruire portafogli efficienti tout court. Il protocollo per "segmenti di rischio" mi permette di decidere per quali asset class ritengo plausibile fare fund selection tra i Gestori Attivi o utilizzare ETF.

Detenere oggi, per esempio, un Fondo Azionario Globale in portafoglio significa avere il 98,93% di probabilità tra 10 anni (statistiche SPIVA DJ mid 2018 per tutti i fondi azionari globali distribuiti in Europa) di aver detenuto in portafoglio, postumo, un prodotto "sottobenchmark"; con un costo mediamente di un paio di punti all'anno superiori ad un ETF. La quasi certezza, quindi, di "sprecare" un buon 20% di performance.

D'altra parte non avere un'ottimo processo di fund selection attiva non mi avrebbe permesso di inserire in portafoglio, nel corretto segmento di rischio e per una coerente percentuale di patrimonio definita in pianificazione, sin dal 2013, un fuori classe come Bruno Crastes che dal 2010 con un fondo obbligazionario (del tutto sui generis) si permette di avere un track record di oltre il 20% medio annuo composto.

Non sono un UFO. Sono solo un Consulente Finanziario che tenta di essere competente!

https://www.investopedia.com/.../active-vs-passive.../


https://www.valuewalk.com/.../broyhill-asset-management.../


https://www.yourwealth.com/what-you-should-know-about.../


https://www.canstar.com.au/.../active-vs-passive-investing/

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder