@ All Right Reserved 2020

Fulvio Marchese


​Life-strategy Investment Planning

Verification - Risk Assessing / Portfolio


Return ​Training and Financial Planning


facebook
instagram
twitter
linkedin

L'azionario, il tempo e i rendimenti attesi

2021-01-25 20:00

Fulvio Marchese

L'azionario, il tempo e i rendimenti attesi

Dire che l'azionario nel "lungo periodo" renda "di più" non basta.

Pubblicato il 05/10/2016 su facebook: vai al post per ulteriori commenti

Ragionando per "Segmenti di Rischio" mi diventa ormai semplice associare rendimenti attesi con scadenze coerenti ed oscillazioni statistiche (positive e negative) per intervalli di rischio (sistemico).

Dire che l'azionario nel "lungo periodo" renda "di più" non basta.

Questi grafici (azionario americano dal 1991) dimostrano il rapporto storico tra i livelli Prezzo/Utili (Price/Earnings) ed i successivi ritorni azionari ad 1 e 5 anni. Lo scopo è quello di mostrare che, mentre le misure di valutazione, come il P/E appunto, non hanno necessariamente potere predittivo in termini di rendimento futuro nel corso di un breve periodo di tempo (1 anno), vi è una correlazione molto stretta quando si utilizza il ritorno in periodi più lunghi, come 5 anni.

schermata2021-01-25alle19-59-19-1611601188.png

La foto è tratta dalla GUIDE TO THE MARKETS di JPMorgan al 30 settembre 2016, appena pubblicata sul sito americano.

https://am.jpmorgan.com/.../guide-to-the-markets/viewer 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder